Libertà e pensiero

Non esiste tempo o spazio che possa tenere incatenata una mente libera, essa cercherà sempre la verità e romperà sempre le catene della costrizione e dell’inganno.

La storia del mondo è piena di esempi di uomini che hanno dato la vita per difendere la forza e la libertà delle proprie idee. Uomini giusti che non si sono piegati al volere dei potenti e hanno cercato in ogni modo di liberare la propria terra e i propri simili da oppressori e folli che la storia ha visto alternarsi.

Noi generazioni dell’era moderna, che non abbiamo conosciuto la fame e gli stenti della guerra, figli di un secolo che ha visto la ragione prevalere sulla forza siamo comunque soggetti all’avidità di uomini che vorrebbero renderci schiavi, privi della libertà di pensiero e piegati alla logica del potere e del denaro.

Nessuno è realmente padrone di se e del proprio tempo poiché le esigenze della vita ci chiedono la necessità di essere parte di un sistema produttivo. Si può comunque essere parte di questo sistema ma non subirlo nella sua totalità, cercando con le proprie azioni di dare spazio alla libertà di pensiero e sperare di riuscire a costruire un modello che sia equo e rispettoso della dignità di ogni singolo.

Ogni esempio di ribellione, riuscito o meno, a tutte le forme di sopruso sia monito che mai la mente sarà piegata alla volontà di altri e incatenata alla schiavitù delle necessità. Si può costringere il corpo a fare ciò in cui poco si crede ma mai la mente a non pensare e sperare di liberarsi.

Ogni potente cercherà di limitare il tempo a disposizione per pensare e dare libero sfogo alla mente di immaginare e vivere liberamente, ma mai potranno impedirci di sognare o controllare i nostri sogni e cercare di modificarli. Forti di questo gli uomini sapranno difendersi dai mali del potere.

Un giorno gli uomini sapranno ascoltare la propria voglia di liberà e spezzeranno tutte le catene.

349x251 Immagine in evidenza