Rieccomi

Dopo una pausa lunga quasi 8 mesi riprendo a scrivere su questo mio spazio.

In questo periodo ho potuto constatare un peggioramento di questa assurda società che stiamo costruendo.

Il decadimento dei valori, la frenetica ricerca dell’apparire, l’assenza totale di una vera ideologia mi fa vedere degli spettacoli veramente indecorosi.

Giovani con buone capacità che si annullano all’insegna di un’appartenenza e che ricorrono menzogne degne di incantatori di serpenti, adulti che si credono ragazzini e vorrebbero avere lo stesso punto di vista della vita dei quindicenni di cui potrebbero quasi essere nonni, donne che si espongono in vetrine virtuali come le merci in vendita al mercato, insomma tutto tranne che una vera ricerca di soluzioni ai problemi di una società che non somiglia nemmeno lontanamente a quel modello che si sarebbe dovuto costruire dopo le follie e gli orrori della seconda guerra mondiale.

Uno Stato sempre più assente e distante dalla gente comune, una struttura sociale inesistente che dimentica chi è impossibilitato a condurre una normale esistenza, una classe politica e dirigente che ormai non ha nessuna morale e come un cancro invincibile continua a creare una condizione di potere e corruzione inarrestabile.

Nonostante questi scenari raccapriccianti la mia voglia di combattere e cercare di ridare fiducia e forza a chi vuole sentirsi libero non si arresta. Con le persone libere che intendono continuare a dare speranza si sta provando a ricostruire quegli strumenti che credevamo aver trovato e che ci sono stati tolti con un tradimento.

Nella speranza che la coscienza di ogni singolo si svegli, che ogni singolo con le proprie scelte diventi elemento di questo cambiamento continuo la strada intrapresa con la stessa tenacia di sempre.